logo trinity viaggistudio viaggio vivo volo
Cerca

Studiare in Spagna alle superiori: come funziona il sistema scolastico spagnolo

Sono così tanti i motivi per andare a studiare in Spagna, già durante le scuole superiori: il fascino delle sue tradizioni e della sua cultura, unito alla bellezza di una lingua che moltissimi ragazzi e ragazze iniziano a studiare nei primi anni di liceo, infatti, rendono questo Paese una delle mete preferite per scambi e semestri all’estero. Un sogno per tanti studenti, magari anche per te che ci leggi e stai valutando questa possibilità, ma hai ancora dei dubbi sul funzionamento del sistema scolastico spagnolo.

Niente paura, siamo qui per aiutarti! Dopo averti guidato alla scoperta del liceo americano, eccoci pronti a ripartire per un’altra meravigliosa avventura: le scuole superiori spagnole.

Un breve confronto tra il sistema scolastico italiano e quello spagnolo: punti in comune e differenze

Come saprai già molto bene, i sistemi scolastici non sono tutti uguali, anzi, potremmo dire che ogni Paese del mondo ne ha sviluppato uno con caratteristiche ben precise. A volte, a cambiare sono solo le denominazioni dei gradi di istruzione, altre volte, invece, l’organizzazione è radicalmente diversa. Italia e Spagna non fanno eccezione: ecco alcuni esempi di somiglianze e differenze.

Per prima cosa, è bene ricordare che la maggior parte delle scuole spagnole è pubblica e senza limiti di accesso. L’obbligo scolastico, proprio come in Italia, termina a 16 anni, età in cui si possono interrompere gli studi oppure continuarli per altri due anni di scuola superiore o di scuola professionale.

Un elemento interessante è la politica sulle bocciature: gli studenti con un voto insufficiente in due o tre materie possono decidere se seguire nuovamente i corsi durante l’anno successivo o ripetere l’intero anno, a differenza di quanto accade da noi. Nei gradi di istruzione secondaria, è possibile personalizzare il piano di studi con materie a scelta, oltre a quelle obbligatorie. Inoltre, gli accordi tra istituti permettono di sostenere esami in scuole diverse da quella di appartenenza, offrendo un’opportunità in più per scoprire e assecondare le proprie passioni.

Come funziona il sistema scolastico spagnolo: tutti i gradi di istruzione

In Spagna il percorso formativo inizia all’età di 6 anni con la scuola elementare e termina a 16 anni, come abbiamo già ricordato. Vediamo ora più in dettaglio i vari gradi di istruzione:

  • gli asili spagnoli (Guarderías) accolgono bambini da pochi mesi a 3 anni, sono un servizio a pagamento e non obbligatorio;
  • la scuola materna (Colegios infantiles) è per bambini e bambine dai tre ai sei anni. Può essere sia pubblica che privata non fa parte della scuola dell’obbligo;
  • la scuola primaria (Educación primaria) è obbligatoria dai 6 ai 12 anni. Si divide in tre cicli per differenti fasce d’età: 6-8 anni, 8-10 anni e 10-12 anni. Al termine prevede un esame di valutazione delle conoscenze. Le lezioni sono solitamente tenute da un unico insegnante per tutte le materie, tranne che per le lingue straniere;
  • la scuola secondaria spagnola (Educación Secundaria) è obbligatoria e corrisponde alla nostra scuola media. Accoglie studenti dai 12 ai 16 anni e offre la possibilità di personalizzare il proprio piano di studi. Al completamento del percorso, si consegue il titolo di graduado en educación secundaria, che apre le porte alla scuola superiore o all’istituto professionale. Il Bachillerato dura due anni, non è obbligatorio e prepara per l’università;
  • la formazione professionale, invece, si articola in due parti, una di grado medio e una di grado superiore, e offre una qualifica tecnica.

Università, master e dottorati

Le università spagnole sono note per l’alta qualità educativa e i costi mediamente bassi. Gli studenti possono accedervi dopo aver completato la scuola superiore. Il sistema prevede tre livelli di istruzione: grado, master/postgrado e doctorado.

Scuole superiori spagnole: come funzionano

Ed eccoci arrivati al cuore del nostro articolo. Per te che ti stai chiedendo come studiare in Spagna alle superiori, è senza dubbio importante, infatti, capire meglio come funzionano. La scuola superiore italiana corrisponde al Bachillerato, che dura due anni (dai 16 ai 18). Gli studenti possono optare tra vari indirizzi, come artistico, tecnologico, scientifico e umanistico. Al termine si ottiene il Diploma de Bachillerato, con il quale ci si può iscrivere all’università.

Come abbiamo visto, il percorso di studi si può personalizzare scegliendo alcune materie. Oltre a quelle comuni (lingua e letteratura spagnola, educazione fisica, storia e filosofia, una lingua straniera), infatti, gli studenti possono decidere di studiare altre sei materie, che seguiranno durante i due anni di scuola superiore (tre nel primo anno e tre nel secondo anno). Questo approccio permette di creare un percorso formativo su misura per ogni studente.

Per quanto riguarda le attività extrascolastiche, di solito le scuole spagnole non le offrono direttamente. Gli studenti che desiderano praticare uno sport, la musica o le arti possono farlo attraverso centri specializzati.

L’esame di maturità spagnolo, simile a quello italiano, è chiamato “selectividad” e permette di ottenere il Diploma de Bachiller. Questa prova comprende valutazioni delle competenze in lingua spagnola, lingue straniere, storia e filosofia. La Selectividad viene organizzata due volte all’anno ed è fondamentale per accedere all’università.

Il calendario scolastico spagnolo: tutto quello che c’è da sapere

Ti sta venendo voglia di partire? Allora ti servirà anche sapere come funziona il calendario scolastico spagnolo. È molto simile a quello italiano, con una lunga pausa estiva e interruzioni più brevi per le festività di Natale e Pasqua. L’anno scolastico è suddiviso in tre periodi di circa 11/12 settimane, separati da brevi pause.

Tra le festività importanti ci sono il 12 ottobre, dedicato alla Festa Nazionale Spagnola, e il 6 dicembre, celebrato come Giorno della Costituzione.

Gli studenti spagnoli di solito iniziano le lezioni verso le 8:30 e le terminano intorno alle 14:00. La scuola al sabato non è prevista, e la pausa pranzo non è inclusa nell’orario scolastico: gli studenti, in genere, consumano il pasto alla fine delle lezioni o direttamente a casa. Durante il giorno, ragazzi e ragazze cambiano aula per le lezioni delle diverse materie avendo così l’opportunità di incontrare nuovi compagni di classe.

I voti scolastici spagnoli

Un aspetto fondamentale del sistema scolastico spagnolo riguarda la valutazione. In Spagna i voti scolastici sono espressi in numeri da 0 a 10, dove 10 rappresenta il massimo punteggio.

Per superare un esame o una materia (sappi che le verifiche scritte vengono preferite alle interrogazioni), gli studenti devono ottenere almeno 5, che è considerato la sufficienza; punteggi elevati riflettono ovviamente un livello di conoscenza più profondo e una maggiore padronanza della materia.

Questa scala di valutazione riflette l’importanza della costanza nello studio e dell’impegno nello sviluppo delle competenze. I voti scolastici possono influenzare il percorso accademico degli studenti e, in futuro, le loro opportunità di lavoro o di accesso all’università. Tuttavia, come abbiamo visto, il sistema educativo spagnolo offre anche spazio per la personalizzazione del percorso di studio, consentendo agli studenti di seguire le proprie passioni e i propri interessi. Con mentalità positiva e dedizione si possono ottenere risultati gratificanti e trarre il massimo vantaggio dal sistema scolastico spagnolo.

Parti con Trinity ViaggiStudio per un’esperienza in Spagna durante le scuole superiori

Dopo questa panoramica su come funziona il sistema scolastico spagnolo, ti abbiamo di sicuro messo curiosità e, magari, abbiamo risvegliato il tuo interesse a perfezionare la lingua.
Madrid, Barcellona e tante altre destinazioni sono il luogo ideale per immergerti nella lingua, sia a scuola che nella vita quotidiana. Frequentare un intero anno scolastico in Spagna (o una parte di esso) grazie ai programmi Trinity ViaggiStudio ti permetterà, inoltre, di avere a disposizione delle buone scuole, di sperimentare tutto il calore della cultura iberica e vivere un Paese famoso per tapas, arte contemporanea, musica e tanto altro! Se uno dei tuoi genitori è dipendente o pensionato della pubblica amministrazione, potrai partecipare anche al Bando ITACA, che finanzia anni e semestri all’estero con borse di studio: tra le destinazioni previste c’è anche la Spagna, naturalmente.

Hai ancora qualche dubbio? Prenota un colloquio conoscitivo con noi di Trinity ViaggiStudio. Il tuo viaggio studio all’estero in Spagna ti aspetta!

 

Altri articoli

Sistema scuola

Didattica inclusiva: cos’è e perché è importante

Didattica inclusiva: che cos’è e come si applica La riflessione sull’apprendimento, sui modelli di insegnamento e sulla formazione è alla base dell’attività di chi, come noi di Trinity ViaggiStudio, si

Sistema scuola

Come funziona il sistema scolastico argentino

Come funziona il sistema scolastico argentino? Il tuo sogno è migliorare lo spagnolo e parlarlo fluentemente? Le destinazioni per un viaggio studio dedicato a una delle lingue più parlate al