logo trinity viaggistudio viaggio vivo volo
Cerca

Exchange Student: tutto ciò che ti serve sapere prima di partire

Come funziona l’anno scolastico all’estero? Come si diventa Exchange student? Posso scegliere la destinazione e conoscere prima la scuola che frequenterò? Alloggerò in un campus oppure in famiglia? L’anno all’estero dura effettivamente un anno? 

Il programma di studio che permette di svolgere un anno scolastico all’estero descrive un bellissimo percorso di crescita ricco di novità e splendide opportunità. Ma prima di partire è normale avere tante domande e dubbi. Grazie alla nostra esperienza, abbiamo raccolto le risposte alle richieste più frequenti e più comuni.

Cosa vuol dire essere un Exchange Student?

Exchange Student letteralmente significa “studente in mobilità”, quindi ti proietta immediatamente in una nuova avventura in cui sei protagonista di uno scambio culturale all’estero. 

Al di là di una definizione di base, noi parliamo di Exchange Student quando uno studente o una studentessa di una scuola superiore italiana di qualsiasi tipo sceglie di trascorrere un periodo variabile (un mese, un bimestre, un trimestre, un semestre oppure un intero anno scolastico) all’estero, frequentando una scuola locale, studiando la lingua e immergendosi in una cultura diversa dalla propria. 

Per noi di Trinity ViaggiStudio essere un Exchange Student significa avere di fronte a sé delle grandissime opportunità di crescita.

Non si tratta soltanto di imparare o migliorare la conoscenza di una nuova lingua o di visitare posti nuovi, ma anche ampliare i propri orizzonti e consolidare la propria indipendenza. Per non parlare del grande valore delle relazioni e delle amicizie strette durante l’Anno all’estero. Legami che lasceranno un segno per tutta la vita. 

Voglio partire come Exchange Student: a chi devo rivolgermi?

Partiamo, dunque, dalle basi. Se desideri partire come Exchange student, il consiglio è di iniziare ad informarti per tempo e scoprire come funzionano gli High School Program, quali sono i costi, come funziona l’alloggio e l’iscrizione nella scuola ospitante.

Molte agenzie, compresi noi di Trinity ViaggiStudio, offrono l’opportunità di una consulenza personalizzata gratuita, una prima chiacchierata preziosa per capire concretamente come funziona l’esperienza.

Rivolgersi a un’agenzia non è obbligatorio, ma caldamente consigliato, in quanto può facilitare (e di molto) alcuni step cruciali per il successo dell’esperienza come, per esempio, trovare la scuola e l’alloggio per te. Oltre al fatto che ti accompagnerà durante tutta la preparazione (che prevede non poca burocrazia!) e ti starà accanto per tutta l’esperienza. Avere un’agenzia come Trinity ViaggiStudio alle spalle durante il tuo High School Program di permetterà di vivere uno dei periodi più belli della tua vita in totale serenità e sicurezza: alti standard qualitativi ci consentono di offrire il miglior servizio possibile a studenti minori che per la prima volta lasciano casa per periodi così lunghi. In caso di difficoltà, siamo a disposizione h24 per supportarti nella risoluzione di ogni criticità. 

L’agenzia, inoltre, prevede un percorso di selezione per diventare Exchange student. Le candidature vengono raccolte e visionate dal team, ed è previsto un colloquio psico-attitudinale utile per capire il livello di lingua e le motivazioni a partire. Non si tratta di una formalità, ma di uno step molto serio: trascorrere un anno all’estero è un’esperienza forte, ti troverai ad affrontare diverse difficoltà (dalla lingua alla vita in famiglia o nella boarding school) ed è importante che tu sia pronto a partire!

Posso organizzarmi da solo?

Conosci già una famiglia pronta ad ospitarti e aiutarti ad iscriverti a scuola? Se lo desideri puoi organizzare il tuo anno all’estero anche in autonomia. Questa procedura si chiama “self placement”.

Dovrai occuparti, insieme alla tua famiglia, di contattare una scuola, scoprire se aderisce all’Exchange Program e se permette di seguire le lezioni gratuitamente. 

La presenza di un’agenzia implica anche una serie di regole a cui lo studente deve attenersi come, per esempio, non guidare, non bere, non utilizzare armi o non viaggiare con persone non autorizzate. Il controllo è eseguito dai referenti dell’organizzazione e la violazione di queste regole implica l’interruzione dell’esperienza. Senza un riferimento, il controllo è demandato alla famiglia ospitante.

Anche dal punto di vista burocratico, organizzarsi da soli non è impossibile, ma più complicato. L’agenzia, infatti, si occupa di supportare la famiglia nella raccolta dei documenti necessari ad ottenere il visto per il Paese dove si andrà a studiare, pratica che, al contrario, va gestita in autonomia.

Quando si fa l’anno all’estero?

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito non fornisce delle indicazioni precise sul periodo da trascorrere all’estero. Sconsiglia però di farlo durante l’anno della maturità per permettere agli studenti di preparare l’esame al meglio.

Per compiere questa scelta, è bene conoscere le caratteristiche della propria scuola.

Di solito, durante il secondo anno di superiori è troppo presto per affrontare l’esperienza e trarne tutti i benefici, ed escludendo il primo e l’ultimo anno, il dilemma è spesso questo: terzo o quarto anno all’estero?

La scelta spetta a te. La maggior parte degli Exchange Student italiani parte durante il quarto anno perché è considerato un periodo di ponte tra il terzo, durante il quale cambiano alcuni piani di studio e alcuni docenti, e l’ultimo, dedicato all’esame di maturità.

Quando si parte?

Per ogni destinazione le tempistiche di iscrizione possono variare. In generale, c’è tempo da settembre a marzo per chi vuole partire in estate e fino a maggio per le partenze invernali.

Noi di Trinity ti diamo la possibilità di iscriverti anche durante il secondo anno di scuola superiore, per partire in quarta.

Quando devo organizzarmi se voglio partire?

Il processo per diventare Exchange student è lungo, quindi attenzione: non si può improvvisare! Sei uno studente o una studentessa del secondo anno delle superiori e ti intriga l’idea di partire? Puoi già iniziare ad informarti e approfondire come funzionano gli High School Program, quali sono le associazioni e organizzazioni che possono fare da tramite e come funzionano le selezioni.

In ogni caso, l’autunno prima della partenza è il momento ideale per concretizzare la tua idea e dare il via all’organizzazione. 

Come scegliere la destinazione?

Europa o non Europa? Questo è il dilemma della maggior parte degli Exchange Student. Scegliere la destinazione giusta per la propria esperienza all’estero da Exchange Student non è semplice perché l’anno all’estero non permette solo di migliorare la propria conoscenza della lingua, ma anche di conoscere da vicino una cultura diversa dalla propria. 

Noi di Trinity ViaggiStudio proponiamo tanti Paesi, europei ed extraeuropei, tutti da vivere e scoprire: Stati Uniti d’America, Canada, Gran Bretagna, Irlanda, Francia, Germania, Spagna, Giappone e  molti altri! 

Non preoccuparti, capire quale sia il programma di studio più adatto a te è il nostro compito. Analizziamo i tuoi obiettivi, i tuoi desideri e, sulla base delle tue necessità, sappiamo proporti la soluzione migliore nonché la destinazione giusta.

Quale livello di lingua devo avere prima di partire?

Il livello di lingua dipende da tanti fattori, a partire dal Paese dove vuoi andare. 

Solitamente, per i Paesi di lingua inglese, la conoscenza scolastica dell’inglese è sufficiente perché ti permette di gestire in autonomia le situazioni quotidiane e le prime settimane in cui, lo sappiamo bene, sembrerà tutto molto complicato. Per le altre destinazioni, invece, il livello di lingua richiesto cambia da Paese a Paese.

Ma la nostra esperienza ci conferma che dopo poche settimane l’uso della lingua sarà decisamente migliorato. 

Che tipo di supporto avrò durante il viaggio studio?

Partire per un anno scolastico all’estero può portare con sé anche alcune paure. Lasciare la propria classe e famiglia per trascorrere alcuni mesi lontani da casa è una nuova avventura e può capitare di sentirsi un po’ soli. 

Non avere timore, grazie a Trinity non sarai mai solo: ti affianchiamo noi in tutto il tuo percorso da Exchange Student. 

Dalla scelta della destinazione, alla partenza, all’affiancamento in loco con il nostro personale qualificato, fino al tuo rientro a casa. La solitudine è una perfetta sconosciuta per chi viaggia con noi!

Durante il tuo soggiorno all’estero, avrai a disposizione un numero di emergenza attivo 24 ore su 24, disponibile per qualsiasi urgenza. 

Inoltre, instaurerai ottimi rapporti con la tua famiglia ospitante, con i docenti e il personale dei college. Tutte persone che faranno parte della tua quotidianità e ti potranno supportare.

Quali sono le opportunità di alloggio?

L’High School Program prevede due opzioni per l’alloggio: la Host Family oppure la Boarding School. Nel primo caso, si tratta della tradizionale ospitalità in una famiglia del luogo dove andrai a scuola, nel secondo invece potrai alloggiare in un campus legato alla scuola, insieme ad altri coetanei.

Se sei indeciso, ti aiutiamo noi a prendere la decisione giusta. Qualsiasi sia la sistemazione prescelta sarà un successo. Lo dicono anche i tanti Exchange student che, ogni anno, viaggiano con noi. Riuscirai ad instaurare bellissimi rapporti con la tua Host Family e con i tuoi nuovi compagni di scuola. 

Come funziona la sistemazione in famiglia?

La maggior parte degli Exchange Student sceglie la sistemazione in famiglia. Ma come vengono selezionate le famiglie? E se non mi trovo bene?

Innanzitutto è utile sottolineare che parte del lavoro dei fornitori che ci affiancano è proprio individuare le Host Family più adatte. A seconda del programma scelto, le famiglie possono essersi proposte volontariamente per ospitare studenti e fare questa esperienza, e sono più che entusiaste di accompagnarti alla scoperta del loro Paese, della cultura e delle tradizioni. 

Se dovessi trovarti in difficoltà, potrai farcelo sapere e insieme troveremo una soluzione e lavoreremo insieme per mediare.

Sono previste attività per socializzare?

All’inizio, come è normale e giusto che sia, dovrai abituarti a nuovi ritmi e abitudini. Ma ricordati che il cambiamento non è sempre necessariamente negativo, anzi, può essere un interessante stimolo per conoscere tante cose e posti nuovi. Nuovi cibi, nuove usanze, nuove tradizioni. Sarà un bellissimo viaggio di scoperta! Dopo pochi giorni sarai perfettamente ambientato nel nuovo contesto culturale e conoscerai tanti nuovi amici.

In famiglia, nel college, durante le ore di studio della nuova lingua, avrai tantissime occasioni di incontrare persone nuove. Ci sarà sicuramente tanto tempo per instaurare nuove amicizie con ragazzi provenienti da tutto il mondo.

Posso partire con un amico o un’amica?

Nulla ti vieta di candidarti per l’High School Program insieme ad un amico o un’amica, scegliendo la stessa destinazione. Ma è importante dirti da subito che non è certo che possiate partire insieme.

Dipende infatti da tanti fattori, a partire dall’esito dell’esame e del colloquio con l’agenzia.

Ma poi, sei sicuro di voler affrontare questa esperienza insieme a qualcun anno?

L’anno di studio all’estero è un’opportunità unica di metterti alla prova, conoscere nuove persone, aprirti a culture ed esperienze differenti. Per la nostra esperienza, ti consigliamo di partire da solo o da sola, sarà bellissimo raccontare tutto ai tuoi compagni una volta rientrato in Italia.

Quali sono i documenti necessari per la partenza?

Per quanto riguarda la documentazione e tutti gli aspetti burocratici, ti aiutiamo noi. Trinity, grazie alla sua consolidata esperienza nell’organizzazione di viaggi studio, conosce già tutto ciò che ti serve per partire sereno e senza alcuna preoccupazione. Ti daremo noi tutte le informazioni sulla documentazione necessaria per raggiungere la destinazione da te prescelta.

Solitamente sono utili le pagelle degli anni precedenti, i certificati vaccinali, cartelle e certificati medici, foto, passaporto e molto altro.

Non spaventarti, non è questo il momento per pensarci e ti guideremo per tempo nella raccolta del necessario!

Come viene riconosciuto in Italia il mio anno all’estero?

Il sistema scolastico italiano riconosce il tempo trascorso all’estero, quindi una volta in Italia non dovrai recuperare l’anno scolastico. 

Non potrai nemmeno essere bocciato né dovrai superare alcun esame di riammissione.

Come recuperare le materie che non farò all’estero?

Sappiamo bene che ci sono alcune materie che si studiano durante il percorso scolastico in Italia che difficilmente potrai continuare ad approfondire all’estero.

In questo, possono aiutarti i tuoi professori in Italia. Una volta deciso di partecipare all’High School Program, ti consigliamo di parlare subito con i tuoi docenti in maniera tale da definire insieme un programma di apprendimento personalizzato e stabilire come organizzare l’eventuale recupero.

Prima del rientro in classe, è possibile che ti verrà chiesto di fare un colloquio con i prof. Non si tratta di un esame, ma di un momento utile a entrambi per riallinearsi e prepararti al ritorno in classe. 

Sto ripetendo un anno, posso partire dopo una bocciatura?

Non c’è una regola che impedisce di partire per l’anno scolastico all’estero dopo una bocciatura. Ogni caso verrà valutato in maniera individuale durante il percorso di selezione.

Devo avere una media scolastica alta per partire?

Non è infatti necessario avere una media scolastica alta per poter partire, ma è importante riflettere sul fatto che si tratta di un’esperienza complessa che richiede un alto grado di autonomia. È importante partire con la consapevolezza che sarà necessario impegnarsi molto sia durante l’orario scolastico sia nel tempo libero.

Attenzione ai debiti formativi: spesso i calendari scolastici all’estero partono prima di quelli italiani. Per questo non è possibile partire se bisogna sostenere gli esami integrativi.

Se parto, come faccio per i PCTO?

Anche in questo caso, è fondamentale approfondire l’argomento con i tuoi professori della scuola italiana. Spesso, infatti, l’esperienza e le attività svolte all’estero vengono riconosciute per il monte ore necessario.

La legge italiana riconosce il mio Anno all’estero?

Sì, assolutamente. Se vuoi approfondire l’argomento, trovi tutto sulla Nota Ministeriale del 10 aprile 2013 dedicata alle “Linee di indirizzo sulla mobilità studentesca internazionale individuale”.

Ecco alcuni punti interessanti:

  • la formazione all’estero viene considerata come parte integrante dei percorsi di formazione e istruzione;
  • il Consiglio di Classe deve sviluppare un piano di apprendimento che metta al centro l’alunno e, in particolare, lo sviluppo di “nuove competenze, capacità trasversali e nuovi atteggiamenti”. L’anno all’estero, quindi, deve bilanciare l’esigenza di reinserimento nella scuola italiana e la qualità dell’esperienza all’estero;
  • è importante stabilire un sistema di monitoraggio a distanza, con delle scadenze da rispettare per comunicare alla scuola come procede il percorso;
  • è escluso che la scuola al rientro sottoponga lo studente ad esami di idoneità e, anzi, è incoraggiata a valutare e valorizzare gli apprendimenti non formali e le competenze trasversali.

Mi serve l’assicurazione sanitaria? Cosa devo fare prima della partenza?

La tipologia di assicurazione sanitaria dipende dal Paese dove svolgerai l’anno all’estero. Ma non preoccuparti, ci pensa Trinity a darti tutte le informazioni necessarie, in fase di colloquio conoscitivo.

Quanto costa l’Anno all’estero?

Il costo di un’anno scolastico all’estero come Exchange student varia in base alla destinazione, alla durata, alla tipologia di programma che scegli e all’alloggio

La quota richiesta dalla realtà che organizza l’esperienza include, solitamente, l’assicurazione, il viaggio aereo e i costi legati alla selezione della famiglia ospitante e/o l’alloggio nelle Boarding school, nonché la relazione con la scuola all’estero. Restano esclusi i costi di vita all’estero che possono variare molto in base alla destinazione.

L’Anno all’estero con il Programma ITACA di INPS

Hai già sentito parlare del Bando ITACA promosso dall’INPS? Si tratta di un bando che assegna borse di studio a studenti che frequentano il secondo o il terzo anno delle scuole superiori, figli di dipendenti o pensionati della Pubblica Amministrazione.

Trinity propone una serie di viaggi studio all’estero conformi al Bando, se rientri nella graduatoria hai diritto al finanziamento che ti permette di partire per il tuo viaggio all’estero da Exchange student.

Grazie al bando ITACA di INPS frequentare un trimestre, un semestre o un intero anno scolastico all’estero è alla portata di tutti: leggi subito tutte le informazioni sul bando e scopri tutte le destinazioni ITACA di INPS proposte da Trinity! 

Hai altre domande e curiosità? Non esitare a contattarci. Siamo sempre pronti ad ascoltarti e a darti risposte concrete ad ogni vostro dubbio o domanda.

Ti aiutiamo noi a conoscere meglio i programmi e a raccogliere tutte le informazioni necessarie sui dettagli di viaggio. Questo è molto importante e ti aiuterà ad affrontare il vostro viaggio studio all’estero in modo tranquillo e sereno.

Scopri i programmi di Anno all’estero di Trinity ViaggiStudio!

Altri articoli

Vita da studente

Imparare l’inglese a casa dell’insegnante

Homestay language course: imparare l’inglese a casa dell’insegnante Imparare e migliorare il tuo inglese grazie ad un insegnante privato con cui condividere anche una casa? Tutto ciò è possibile grazie