logo trinity viaggistudio viaggio vivo volo
Cerca

Cinque cose da vedere a Parigi

5 luoghi da vedere a Parigi per innamorarsene!

Parigi è la città degli innamorati e molto, molto di più. Secoli di storia, musei ricchissimi e viste mozzafiato tra monumenti che chiamare celebri è riduttivo, sono solo alcune delle ragioni per cui scegliere la capitale francese come meta per un viaggio studio è un’ottima idea. A ciò si aggiunge il fatto che il francese è una lingua parlata da circa 300 milioni di persone, numero che la rende la quinta più diffusa al mondo. Conoscerla può aprire molte porte e impararla sul campo, direttamente tra i fracesi, è un’opportunità da non perdere. Se ti stai preparando alla partenza, sei nel posto giusto: ecco la nostra guida su cosa vedere e fare a Parigi mentre eserciti il tuo français!

Ecco cosa vedere a Parigi durante il tuo viaggio studio

Parigi è un’eccellente meta per un viaggio di studio perché si trova in Europa, non è quindi necessario né il passaporto né il visto, e molto spesso è possibile studiare contemporaneamente anche un’altra lingua come l’inglese. Per chi sogna un’esperienza di questo tipo, Trinity ViaggiStudio propone diverse opzioni, per accontentare tutti: lanno all’estero in Francia con meta Parigi che permette di trascorrere un semestre o un intero anno in una classe di scuola superiore parigina, oppure una vacanza studio in Francia, ovvero un periodo più breve dedicato all’approfondimento della lingua in maniera intensiva.

Che tu ti stia preparando a trascorrere a Parigi qualche settimana oppure un intero anno, è senza dubbio il momento di pensare a cosa fare e cosa visitare! Sei pronto? Un, deux, trois… et voilà!

La Tour Eiffel, la regina di Parigi

L’esplorazione di Parigi non può che partire dal suo simbolo: la Tour Eiffel. Completata nel 1889 in occasione dell’Esposizione Universale, è oggi a tutti gli effetti la regina della città e la sua silhouette identifica tutta la Francia insieme al classico tricolore.

La sua struttura è imponente e, di notte, si illumina con luci scintillanti dando vita ad uno spettacolo che incanta ogni giorno centinaia di persone, tra turisti e parigini. Il consiglio è di “scoprire” la Tour a partire da Trocadéro, sull’altro lato della Senna: ci troviamo esattamente di fronte alla Tour, ma un po’ più in alto. Questo è il punto di vista ideale per scattare le prime foto con la torre e iniziare ad ammirarla da lontano.

Il secondo consiglio è di organizzarsi per salire fino in cima. La vista è assolutamente mozzafiato, forse non adatta a chi soffre di vertigini, ma si può scegliere tra vari step e ad ogni tappa è meravigliosa.

Terzo e ultimo consiglio per vivere appieno la Tour Eiffel come i parigini è organizzarsi per fare un pic nic nel parco sotto alla torre. A volte basta una tovaglia, qualche baguette e i giochi sono fatti.

Il Louvre, per immergerti nella storia, e il Musée d’Orsay per sognare con gli impressionisti

Parigi è città degli innamorati, ma anche grande città d’arte. Nel corso dei secoli, centinaia di appassionati hanno voluto vivere qui, almeno per una fase della vita, anche per poter ammirare più spesso le incredibili opere custodite nei musei della città.

Gli indirizzi sono centinaia e ce n’è per tutti i gusti – dal Musée Rodin alla Maison Européenne de la Photographie fino alle esposizioni temporanee del Grand Palais e del Petit Palais – ma una visita della città deve partire dai musei più iconici: il Louvre e il Musée d’Orsay.

Il Louvre è il museo d’arte più grande del mondo e ospita una vasta collezione che spazia dall’antichità al XIX secolo. Al suo interno si trova la celebre Monna Lisa, oltre a opere di artisti rinomati come Leonardo da Vinci e Michelangelo. La struttura stessa, con la sua piramide di vetro, è un’opera d’arte moderna: da non perdere.

Il Musée d’Orsay, invece, è allestito all’interno di una vecchia stazione ferroviaria ed è interamente dedicato a opere d’arte del periodo dell’Impressionismo e del post-Impressionismo. Qui potrai vedere dal vivo alcune tra le opere più famose di Monet, Manet, Van Gogh, Degas e molti molti altri. C’è da perdersi in una passeggiata totalmente immersi nell’atmosfera sognante degli impressionisti.

Una passeggiata lungo gli Champs Elysées

Passando da un simbolo di Parigi ad un altro non possiamo che fare tappa agli Champs Elysées, uno dei viali più iconici al mondo che collegano i Jardin de Tuileries e Place de la Concorde dove troneggia un obelisco egizio fino all’Arc de Triomphe.

Una  passeggiata lungo questa ampia e maestosa strada rappresenta un’immersione nella storia e nell’eleganza parigine: a destra e a sinistra ci sono palazzi di grande rilevanza architettonica come il Grand Palais e il Petit Palais, ma anche l’Eliseo, residenza ufficiale del presidente della Repubblica francese.

Lungo il viale, ci sono anche diversi teatri, piccoli musei e alcune tra le boutique più belle della città. Anche se non si tratta di shopping per tutte le tasche, una passeggiata tra i negozi di Chanel, Céline, Dior e tutti gli altri vale il viaggio. E si arriva alla fine della passeggiata con tantissima bellezza negli occhi!.

Due passi per Montmartre e il tramonto dal Sacre-Coeur

La Parigi bohemienne, quella degli artisti di strada e dei poeti maledetti, ha il suo cuore a Montmartre, un quartiere tutto arroccato su una collina nella zona nord del centro della città. Il consiglio è di dotarsi di scarpe comode ed esplorare tutte le viuzze, le piazzette e le scalinate che hanno rubato il cuore anche a Picasso e Van Gogh.

Tra i luoghi più frequentati di Montmartre sicuramente c’è il “Muro dei ti amo”, tappa obbligata per i più romantici, e la piazzetta du Tertre dove, con ogni probabilità, ti imbatterai in qualche pittore pronto a cogliere la città che cambia, ma anche a realizzare un ritratto espresso personalizzato per cristallizzare nel tempo il tuo viaggio in città.

La visita a Montmartre si conclude alla monumentale Basilica del Sacre-Coeur, da cui si gode di una vista splendida su tutta la città. Imperdibile, soprattutto al tramonto.

Jardin des Tuileries e gli altri parchi della città

Un ultimo consiglio sulle cose da fare e vedere a Parigi riguarda le attività all’area aperta. Nonostante sia una città immensa, la capitale francese è ricchissima di parchi e giardini pubblici. Passeggiando per i quartieri, lo noterai facilmente così come noterai che, non appena la temperatura lo permette, questi spazi verdi si popolano di persone di ogni età.

Come orientarsi quindi tra i parchi di Parigi? Sicuramente ci sono i Jardin des Tuileries, vicinissimi alla Senna e al Louvre, sono in classico stile francese, ricchi di fontane e al loro interno troverai il Musée dell’Orangerie, dove ammirare le ninfee di Monet in un allestimento unico.

Altrettanto imperdibili sono i Jardin du Luxembourg, enorme parco del palazzo omonimo, ci troviamo sulla rive Gauche, a pochi passi dal Pantheon e  all’Università Sorbonne. Sogni di scattare una foto trés parisienne con le sedie di ferro verdi in un parco parigino? Questo è l’indirizzo da segnare.

C’è poi Place des Vosges su cui si affaccia la casa di Victor Hugo, o l’affascinante Jardin des Plantes, vicino alla Grand Mosque di Parigi. E poi ancora tanti, tantissimi parchi di quartiere tutti da scoprire…

Gite fuori porta da Parigi: ecco qualche idea!

Non possiamo concludere questa immersione nelle bellezze francesi, senza immaginare qualche piccola gita fuori porta a poca distanza dal centro di Parigi!

La prima, irrinunciabile, tappa è naturalmente la Reggia di Versailles, con i suoi giardini monumentali e le sale riccamente decorate: un capolavoro barocco che incanta con sontuose sale, giardini incantevoli e storia regale. Visitarla è compiere un viaggio nella grandezza e nell’eleganza della monarchia francese.

A un’oretta da Parigi verso nord, invece, troviamo Giverny, dove si trova la casa di Claude Monet. In questi ambienti e soprattutto, nei giardini, il pittore più celebre dell’Impressionismo visse e dipinse per ben 43 anni. Visitare la casa, oggi gestita da una Fondazione, è come entrare nei quadri. Un’esperienza da fare per i veri appassionati.

Infine, spostandosi dal centro di Parigi verso ovest, troviamo un’area molto interessante con il Grand Arc de La Défense, il Bois de Boulogne, un grande parco storicamente frequentato per attività conviviali, e infine ai margini meridionali del parco, il Roland Garros Stadium e il Parc de Princes, due luoghi che gli appassionati di sport non vorranno assolutamente perdere!

Ti abbiamo fatto venir voglia di partire alla volta di Parigi? Ti capiamo! Contattaci, fisseremo un incontro per capire insieme quali sono le opportunità di viaggio studio che noi di Trinity ViaggiStudio possiamo proporti per farti vivere un’esperienza unica in una città indimenticabile!

Altri articoli

Guide di Viaggio

Cosa vedere a Edimburgo tra musei, storia e magia

Cinque attrazioni da non perdere a Edimburgo Edimburgo è una città dal fascino immortale. Capitale della Scozia, è nota per un mix unico di natura e storia, viuzze affascinanti e

Guide di Viaggio

Cosa vedere in Canada da Exchange student

Cosa vedere in Canada durante l’anno all’estero: le attrazioni da non perdere La data della partenza per il tuo anno all’estero in Canada si avvicina, dovresti occuparti di finire di